Psst...

Do you want to get language learning tips and resources every week or two? Join our mailing list to receive new ways to improve your language learning in your inbox!

Join the list

Italian Audio Request

isenriver
243 Words / 2 Recordings / 0 Comments

Sabato mattina abbiamo cominciato il nostro annuale viaggio per l’Inghilterra nella nostra povera vecchia FIAT Punto, che invece preferirebbe andare in pensione. La prima sorpresa l’abbiamo trovata pochi chilometri dopo aver lasciato casa: da noi il cielo era azzurro, prometteva di essere una bella giornata di fine estate, ma mentre ci avvicinavamo al il Passo della Cisa, che divide il nord della Toscana dall’Emilia Romagna, abbiamo visto dense nuvole che venivano su dalla Pianura Padana e cercavano di scavalcare il crinale dell’Appennino Tosco Emiliano. Sembrava il calderone della strega che bolliva mandando fuori dai bordi i suoi fumi mefitici. E tutto ad un tratto ci siamo ritrovati dentro a quelle dense nuvole, con una nebbia che si tagliava con un coltello.

Quando siamo finalmente scesi giù a valle abbiamo lasciato la densa nebbia sopra di noi e abbiamo continuato il viaggio sotto un cielo grigio attraverso la monotona e piatta Pianura Padana. Il cambiamento più drammatico, però, l’abbiamo incontrato in Svizzera, più o meno all’altezza del Passo del San Bernardino. Non avevamo viaggiato solamente nella dimensione spaziale, ma anche in quella temporale: da fine estate eravamo passati all’autunno. Chiazze di rosso e di giallo coloravano il bruno, il verde scuro e il grigio delle severe montagne svizzere, mentre le nuvole ammantavano le cime, addolcendone i rigidi contorni. E per tutto il resto dei tre giorni di viaggio attraverso Svizzera, Francia, Lussemburgo, Belgio e infine Inghilterra abbiamo avuto la sensazione che stavamo inseguendo l’autunno.

Recordings

  • inseguendo autunno ( recorded by deleted ), unspecified accent

    Download Unlock
    Corrected Text
    more↓

    Inseguendo l'autunno

    Sabato mattina abbiamo cominciato il nostro annuale viaggio per l’Inghilterra nella nostra povera vecchia FIAT Punto, che invece preferirebbe andare in pensione. La prima sorpresa l’abbiamo trovata pochi chilometri dopo aver lasciato casa: da noi il cielo era azzurro, prometteva di essere una bella giornata di fine estate, ma mentre ci avvicinavamo al il Passo della Cisa, che divide il nord della Toscana dall’Emilia Romagna, abbiamo visto dense nuvole che venivano su dalla Pianura Padana e cercavano di scavalcare il crinale dell’Appennino Tosco Emiliano. Sembrava il calderone della strega che bolliva mandando fuori dai bordi i suoi fumi mefitici. E tutto ad un tratto ci siamo ritrovati dentro a quelle dense nuvole, con una nebbia che si tagliava con un coltello.

    Quando siamo finalmente scesi giù a valle abbiamo lasciato la densa nebbia sopra di noi e abbiamo continuato il viaggio sotto un cielo grigio attraverso la monotona e piatta Pianura Padana. Il cambiamento più drammatico, però, l’abbiamo incontrato in Svizzera, più o meno all’altezza del Passo del San Bernardino. Non avevamo viaggiato solamente nella dimensione spaziale, ma anche in quella temporale: da fine estate eravamo passati all’autunno. Chiazze di rosso e di giallo coloravano il bruno, il verde scuro e il grigio delle severe montagne svizzere, mentre le nuvole ammantavano le cime, addolcendone i rigidi contorni. E per tutto il resto dei tre giorni di viaggio attraverso Svizzera, Francia, Lussemburgo, Belgio e infine Inghilterra abbiamo avuto la sensazione che stavamo inseguendo l’autunno.

  • inseguendo autunno ( recorded by gabriella5_balda ), Italia settentrionale

    Download Unlock
    Corrected Text
    more↓

    Sabato mattina abbiamo cominciato il nostro annuale viaggio per l’Inghilterra nella nostra povera vecchia FIAT Punto, che invece preferirebbe andare in pensione. La prima sorpresa l’abbiamo trovata pochi chilometri dopo aver lasciato casa: da noi il cielo era azzurro, prometteva di essere una bella giornata di fine estate, ma mentre ci avvicinavamo al Passo della Cisa, che divide il nord della Toscana dall’Emilia Romagna, abbiamo visto dense nuvole che venivano su dalla Pianura Padana e cercavano di scavalcare il crinale dell’Appennino Tosco Emiliano. Sembrava il calderone della strega che bolliva mandando fuori dai bordi i suoi fumi mefitici. E tutto ad un tratto ci siamo ritrovati dentro a quelle dense nuvole, con una nebbia che si tagliava con un coltello.

    Quando siamo finalmente scesi giù a valle abbiamo lasciato la densa nebbia sopra di noi e abbiamo continuato il viaggio sotto un cielo grigio attraverso la monotona e piatta Pianura Padana. Il cambiamento più drammatico, però, l’abbiamo incontrato in Svizzera, più o meno all’altezza del Passo del San Bernardino. Non avevamo viaggiato solamente nella dimensione spaziale, ma anche in quella temporale: da fine estate eravamo passati all’autunno. Chiazze di rosso e di giallo coloravano il bruno, il verde scuro e il grigio delle severe montagne svizzere, mentre le nuvole ammantavano le cime, addolcendone i rigidi contorni. E per tutto il resto dei tre giorni di viaggio attraverso Svizzera, Francia, Lussemburgo, Belgio e infine Inghilterra abbiamo avuto la sensazione che stavamo inseguendo l’autunno.

Comments

Overview

You can use our built-in RhinoRecorder to record from within your browser, or you may also use the form to upload an audio file for this Audio Request.

Don't have audio recording software? We recommend Audacity. It's free and easy to use.

Sponsored Links